top of page

TOUR LANGHE&ALPI FRANCESI

Le Langhe-Roero. Una delle zone più rinomate in Italia e nel Mondo per le viti e il vino. Famosissimo (e buonissimo) il Barolo.

Partenza da Bologna e autostrada fino ad Alba in Piemonte. Mi immergo immediatamente in questo scenario paradisiaco. Tutt'a un tratto dal nulla mi spuntano davanti queste colline stranissime, quasi artificiali. Formano tante piccole vallettine fra di loro e sono tutte completamente ricoperte di filari di vigne.

Davvero uno spettacolo mai visto. Visito il paesino di Barolo e poi proseguo verso Novello e poi Bra. Paesini tutti molto pittoreschi e graziosi. Ecco, si, sembra proprio di guardare un dipinto.

E poi come sono arrivate, di colpo scompaiono e ripiombo nella pianura. Direzione Colle dell'Agnello.

Finalmente la pianura è finita e si inizia a salire! La strada inizia a farsi interessante... e il paesaggio direi che non ha bisogno di commenti.

E dopo una strada mozzafiato che verso la fine si inerpica completamente libera senza protezione su per la montagna eccomi arrivato in cima al passo.

Per la prima volta nella mia giovane carriera motociclistica varco un confine nazionale! Sono in Francia! Che emozione... il freddo e il vento sferzanti danno il tocco di vita al tutto. Perché per me quella è l'essenza della vita!

Discesa la parte francese del Colle dell'Agnello, mi dirigo verso il secondo colle di giornata. Il Col d'Izoard! Ragazzi questo passo è una goduria! Asfalto perferto, molto guidato con curve a esse; mai una curva stretta! E il panorama è molto carateristico con ghiaioni grigi ai lati della strada.

Questo passo è interamente in terreno francese ed è più basso rispetto agli altri, infatti c'è più vegetazione e mi ha fatto scoprire quanta differenza ci sia rispetto a quella appenninica o delle Dolomiti.

La giornata volge al termine e mi avvio verso l'ultimo colle che mi rimane da percorrere per raggiungere la posizione in cui ho deciso di fermarmi per la notte.

Il Col de Vars. Famoso per il Giro d'Italia e il Tour de France. Sto diventando monotono con i compliementi lo so, ma questo è uno dei giri più belli che io abbia mai fatto finora. In queste montagne ci sono dei paesaggi incredibili, e anche questo Col de Vars non si smentisce. Strada e paesaggio spettacolari.

Scendo dal Col de Vars e percorro 25km nella valle fino ad arrivare al paesino di Larche ai piedi del Colle della Maddalena (che percorrerò domani per rientrare in Italia). Siamo sui 1700m s.l.m., e il campeggio che avevo individuato ovviamente in novembre è chiuso. (ve lo lascio linkato qui, magari a voi può tornare utile). Così pianto la tenda in un campo lì vicino e mi godo il tramonto mangiando un panino.

La notte la temperatura scende fino a -4°C e la mattina dopo al risveglio la moto è tutta completamente congelata. Ricoperta di bianco! Con non poche difficoltà riparto. Direzione Colle della Maddalena.

Sceso dal Colle della Maddalena inizio a lasciarmi alle spalle queste Alpi Francesi di cui mi sono già innamorato follemente. E inizia la lunga e dritta strada verso casa.

Tappe, km e traccia del percorso:

Giorno 1: Bologna-Alba (307km)

                 Alba-Colle dell'Agnello (112km)

                 Colle dell'Agnello-Larche (250km)

Giorno 2: Larche-Colle della Maddalena-                        Bologna (437km)

Traccia percorso Maps

bottom of page